Numero 17 2015
 
Sommario
ultime  |   2016  |   2015  |   2014  |   2013  |   2012  |   2011  |   2010  |   2009




La Sicilia è la Regione con la più alta concentrazione di siti inseriti nella WHL UNESCO, segno e testimonianza di una delle più importanti stratificazioni culturali dell’intero pianeta. La Valle dei Templi di Agrigento, la Villa Romana del Casale di Piazza Armerina, le isole Eolie, il Val di Noto, Siracusa e Pantalica, l’Etna e, quale “patrimonio immateriale”, i Pupi Siciliani, costituiscono preziosi tasselli di un mosaico ricchissimo che fanno della Sicilia un paesaggio culturale unico o, per dirla con Cesare Brandi, “un unico paesaggio culturale”. La fine del 2014 ha salutato un nuovo riconoscimento nel “Patrimonio Immateriale”: l’alberello a vite dello zibibbo di Pantelleria [...]

Fabio Granata

 

La Ragazza e il Falcone

Quanti confini, quanti limiti in questo mondo! Dall’alto lo vedo, ancora per poco, come le fiamme che si innalzano e non sono più. Fui regina, fui madre e amante. Fui creatura libera ed ebbi le ali. Mi chiamavano Bianca e lui amore.
Ci incontrammo nelle terre dove volano i falconi, in occasione dell’imminente matrimonio dell’Imperatore. Io, quindicenne al seguito di mio padre e mio zio invitati all’evento del secolo, lui capelli rossi e sguardo insolente. Entrambi amavamo gli spazi aperti ed entrambi eravamo esperti nell’arte della falconeria. Si era in ottobre e il pomeriggio era caldo. Tremava l’aria, come in attesa [...]


di Maria Elisabetta Giarratana
 

Le identità segrete

Il “Voscenza benedica!” con cui ci si saluta tra galantuomini è Islam. Il “Vossia”, infatti, è la traduzione del “Salam Aleikom”.
E anche sedere in cerchio, sul marciapiedi di una città del Sud – accomodati davanti alla vetrata di un circolo di compagnia o su un terrazzo o sotto le verande di un bar – è Islam. Le location scelte da Dolce&Gabbana, al netto del glamour, svelano il remoto che fa capolino nel sangue Mediterraneo. E quei signori che stiamo osservando nel loro convivio stanno ripetendo gli stessi gesti dei loro antenati che avevano le stesse facce sporche di sole e di poesia. Gli stessi che, magari accovacciati, si accomodavano nei pressi di una moschea [...]


di Pietrangelo Buttafuoco
 

La cultura dell'ospitalità

«Pensai a quanti luoghi ci sono nel mondo che appartengono così a qualcuno, che qualcuno ha nel sangue e nessun altro li sa». Cesare Pavese parlava ai miei pensieri, accompagnando i miei gesti mentre chiudevo la valigia. La Sicilia era già come se fosse, promessa di quel luogo dell’anima da scoprire, e mi abbagliava con immagini di paesaggi e architetture, ammaliava i miei sensi con odori, colori ancora mai visti, percepiti. Il mio sarebbe stato un vero viaggio, di quelli che conducono a un tassello di sé. Lo avevo deciso scegliendo come meta la Sicilia, sentito quando scelsi l’albergo per la mia prima tappa a Taormina [...]


di Maria Elisabetta Giarratana
 

Le soste di Ulisse

Un viaggio a Palermo vuol dire non solo visitare una delle capitali mondiali del cibo di strada e mischiarsi alla folla dei mercati storici (soprattutto Ballaró e Capo) ma anche conoscere da vicino alcuni dei cuochi più talentuosi della Sicilia occidentale. Accanto alle visite - obbligatorie secondo noi - alla cattedrale, a Palazzo Abatellis, al teatro Massimo, allo Steri e a Mondello - non lasciatevi sfuggire l’opportunità di una tappa gourmet in alcuni dei ristoranti che fanno parte del circuito virtuoso de Le Soste di Ulisse. Non solo a Palermo ma anche, come vedremo, nelle cittadine a poca distanza che contribuiscono a formare la grande area metropolitana del capoluogo dell’Isola [...]


di Fabrizio Carrera
Casa editrice Erre Produzioni P.I.01969460896   riservato allo staff